.
Annunci online

 
perillo 
for everer
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  GP PIAZZOLLA
GP SALUTE
CONTABILITA'
GP MAPPE STRAD
GP CLUB CIOCC
GP ERBE AMORE
GP ANIMAMIA
T E S T !!!
P I A Z Z O L L A
FARMACIA
NATURA GP
PREZIOSI
AMICI DI GP
E V E T T A
MUSICA
INGLESE GRATIS
PARTIDAQUI
QUIZ
LASTMINUTE
APRI ATTIVITA'
ASTROLOGIA
FOGNA o STELLE
GENITORI
BASSOLINO
DOCENTI
CONTRIBUENTI
CUCINA
BAMBINI FELICI
ILCANDIDATO
POSTER-TAR
VESUVIO
  cerca

Il sole splende ancora
apri il tuo cuore
ai mille raggi
che riscalderanno
la tua anima.


 

Diario |
 
Diario
1visite.

23 agosto 2005

UN SORSO DI VODKA AL GIORNO...

Non solo un bicchiere di vino rosso a pasto, ma anche un po' di vodka, bevuta con moderazione può aiutare nella lotta contro il diabete, in particolare contro il diabete mellito di tipo 2, quello non insulino-dipendente.

Gli effetti benefici del superalcolico sono stati accertati dai ricercatori dell’Istituto di ingegneria biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche di Padova, in collaborazione con i colleghi del Dipartimento di medicina sperimentale del Policlinico di Padova, che hanno valutato gli effetti di una moderata e tollerabile dose di vodka, 40 grammi, presa durante un pasto. La ricerca, condotta secondo le più strette regole etiche, cliniche e statistiche, ha preso in considerazione come elemento di confronto persone diabeticche cui non è stata somministrata vodka e persone sane. La scelta della vodka è dovuta al fatto che altri superalcolici contengono sostanze che possono avere effetti collaterali sui processi metabolici.

“Abbiamo potuto accertare”, spiega Giovanni Pacini, dell’Isib-Cnr e responsabile dello studio, “un aumento della capacità dell’insulina di favorire la scomparsa di glucosio dal sangue (diminuzione dell’insulino resistenza) e una riduzione degli acidi grassi liberi, precursori di ben più note sostanze quali trigliceridi e colesterolo, dannose quando troppo elevate”.

I risultati della ricerca, pubblicata su Diabetes Care, rivista ufficiale dell’American Diabetes Association, dimostrano che anche la risposta insulinica è risultata ridotta, alleggerendo così il lavoro del pancreas, organo deputato alla produzione dell’insulina, con conseguente miglioramento dello stato metabolico del paziente.

“Premesso che l’alcol a dosi eccessive ha comunque effetti collaterali non benefici, possiamo affermare”, conclude Pacini, “che una moderata assunzione di vodka a pasto inibisce la formazione dei grassi e può spiegare la provata riduzione della prevalenza del diabete con il consumo di alcol e la ridotta mortalità per infarto miocardico”.




permalink | inviato da il 23/8/2005 alle 9:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        ottobre